Manifesto della settimana

In nome del popolo italiano (1971-D. Risi)

Il manifesto è diviso in due porzioni ben distinte, che racchiudono la parte testuale nella parte bassa, mentre la porzione centrale è occupata dall’immagine che raffigura i due protagonisti della pellicola con altre due...

La donna scimmia (1974-M. Ferreri)

L’immagine, che occupa la quasi totalità del manifesto, è costruita tramite piani sfalsati: in primo piano si trova la figura femminile, abbigliata con abiti succinti, la testa risolta verso sinistra, le braccia sollevate mentre...

Fumo di Londra (1966, A. Sordi)

Enrico De Seta ci presenta una doppia rappresentazione di Alberto Sordi, da un lato in perfetto stile inglese, un impettito dandy vestito di tutto punto, con un tight fumo Londra, bombetta e ombrello d’ordinanza,...

Il mago di Oz (The Wizard of Oz-1939 V.Fleming)

Il 1939 è un anno d’oro per il regista Victor Fleming, sia grazie al grandissimo successo della sua pellicola Via col vento, sia per la trasposizione cinematografica del primo dei quattordici libri dedicati a...

Guerra e pace (War and Peace – 1956 K. Vidor)

  La pellicola, tratta dall’omonimo romanzo di Lev Tolstoj, diretta da Vidor con la collaborazione del regista italiano Mario Soldati per alcune scene, è una delle grandi e monumentali produzioni realizzate a Cinecittà negli...

Anna Karenina (1935-C. Brown)

La pellicola è tratta dall’omonimo capolavoro di Lev Tolstoj, interpretato da Greta Garbo nei panni della protagonista, Anna. Il manifesto è composto da una figura intera di donna in primo piano, che occupa la...

Stanotte e ogni notte (Tonight and Every Night- 1945 V. Saville)

Altro manifesto dedicato alla pellicola che vede protagonista Rita Hayworth, è sempre realizzato da Anselmo Ballester. Rispetto all’altra versione, che ha un’impostazione classica sia rispetto alla costruzione dell’immagine, sia per l’uso dell’immagine della diva,...

Ombre rosse (Stagecoach -1939 J. Ford)

Considerato da Andrè Bazin come il prototipo del cinema western classico, Stagecoach segna il ritorno di John Ford al cinema western dopo la pausa degli anni ’30. La pellicola, ispirata al racconto Boule de...

Nikita (1990-L. Besson)

Luc Besson inizia il suo ideale ciclo cinematografico, dedicato a figure femminile particolarmente forti, con Nikita (Anne Parillaud) una giovane tossicomane, instabile e ribelle, che finisce in galera dopo una rapina finita nel sangue....

My Fair Lady (1964 – G. Cukor)

Giuliano Nistri realizza questa versione del manifesto, concentrandosi principalmente su i due attori protagonisti, che occupano la totalità dello spazio. Ma le due figure non ricevono il medesimo trattamento dall’artista, che rende splendidamente Audrey...

Nata ieri (Born Yesterday, 1950-G. Cukor)

Emma “Billie” Dawn (interpretata da Judy Holliday, che per il ruolo vinse un Oscar e un Golden Globe) è una ragazza estremamente affascinante, fidanzata Harry Brock (Broderick Crawford), un ricco uomo d’affari, alquanto losco,...

La diva (The Star,1952- S. Heisler)

Bette Davis è la protagonista indiscussa della pellicola nei panni della famosa attrice Margaret Elliot, oramai giunta ad una condizione di declino, dopo una carriera più che brillante. L’attrice difatti versa in condizione economiche...

Tempi moderni (Modern Times, 1936-C.Chaplin)

  Interpretato, scritto, diretto e prodotto e fortemente voluto da Chaplin, è il suo primo film sonoro nel quale tra l’altro si ode per la primissima la voce dell’attore, anche se in maniera del...