Manifesto della settimana

Stanotte e ogni notte (Tonight and Every Night- 1945 V. Saville)

Altro manifesto dedicato alla pellicola che vede protagonista Rita Hayworth, è sempre realizzato da Anselmo Ballester. Rispetto all’altra versione, che ha un’impostazione classica sia rispetto alla costruzione dell’immagine, sia per l’uso dell’immagine della diva,...

Ombre rosse (Stagecoach -1939 J. Ford)

Considerato da Andrè Bazin come il prototipo del cinema western classico, Stagecoach segna il ritorno di John Ford al cinema western dopo la pausa degli anni ’30. La pellicola, ispirata al racconto Boule de...

Nikita (1990-L. Besson)

Luc Besson inizia il suo ideale ciclo cinematografico, dedicato a figure femminile particolarmente forti, con Nikita (Anne Parillaud) una giovane tossicomane, instabile e ribelle, che finisce in galera dopo una rapina finita nel sangue....

My Fair Lady (1964 – G. Cukor)

Giuliano Nistri realizza questa versione del manifesto, concentrandosi principalmente su i due attori protagonisti, che occupano la totalità dello spazio. Ma le due figure non ricevono il medesimo trattamento dall’artista, che rende splendidamente Audrey...

Nata ieri (Born Yesterday, 1950-G. Cukor)

Emma “Billie” Dawn (interpretata da Judy Holliday, che per il ruolo vinse un Oscar e un Golden Globe) è una ragazza estremamente affascinante, fidanzata Harry Brock (Broderick Crawford), un ricco uomo d’affari, alquanto losco,...

La diva (The Star,1952- S. Heisler)

Bette Davis è la protagonista indiscussa della pellicola nei panni della famosa attrice Margaret Elliot, oramai giunta ad una condizione di declino, dopo una carriera più che brillante. L’attrice difatti versa in condizione economiche...

Tempi moderni (Modern Times, 1936-C.Chaplin)

  Interpretato, scritto, diretto e prodotto e fortemente voluto da Chaplin, è il suo primo film sonoro nel quale tra l’altro si ode per la primissima la voce dell’attore, anche se in maniera del...

Racconti d’estate (1958- G. Franciolini)

Film strutturato in vari episodi che raccontano di un’estate di fine anni cinquanta, nel golfo del Tigullio, dove s’intrecciano le storie di vari personaggi, tutti tormentati dalla mancanza di denaro e dal loro fallimento....

Domenica d’agosto (L. Emmer- 1950)

Averardo Ciriello sceglie di suddivide lo spazio del manifesto in due blocchi, che raccontano due parti fondamentali della sceneggiatura. Nella parte bassa diverse tipologie di automobili e il treno, che sfreccia sfondo, sono la...

Poveri ma belli (1957-D. Risi)

Il manifesto rappresenta un’unica scena di cui sono protagonisti le due figure maschili poste in primissimo piano, la figura femminile al centro dello spazio, mentre in terzo piano linee definite tratteggiano un’architettura ben precisa....

Vacanze Romane (Roman Holiday-1953-W. Wyle)

Iconografica pellicola che ha lanciato Audrey Hepburn nel firmamento cinematografico, debuttante e vincitrice di un Oscar al tempo stesso, accanto ad una star molto affermata come Gregory Peck. La pellicola racconta la storia della...

Il mio amico Jekyll (1960-M. Girolami)

Il film si ispira al celebre romanzo Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde (Strange Case of Dr. Jekyll and Mr. Hyde, 1886) dello scrittore di Robert Louis Stevenson, ripreso ciclicamente...

La sedia della felicità (2013- C. Mazzacurati)

Per l’ultima opera prima della morte, avvenuta il 22 gennaio 2014, il regista ha preso spunto dal romanzo russo Le dodici sedie (1969), in precedenza già adattato per il cinema nelle pellicole Una su...